DEApress

Sunday
Aug 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Beatrice Venezi o dello spiegare la musica classica

E-mail Stampa PDF

Capalbio è un luogo ameno, si direbbe un posto in cui idealmente si possono presentare libri. Ha una piazzetta che è un incanto. E da diversi anni l'interesse romano dell'editoria ha preso come punto di riferimento proprio quella piazzetta che rimanda a ricordi zeffirelliani. A Capalbio abbiamo ascoltato la presentazione del volume di Beatrce Venezi "Allegro con fuoco". Con lei a fare il coro vi erano la conduttrice GIulia Cerasoli e poi l'ex ministro Mariastella Gelmini e Andreé Ruth Shammah. Letture a cura di Elisabetta Pellini. Il punto del libro e della sua autrice la direttrice d'orchestra Beatrice Venezi è come trovare un modo per rendere la musica classica un punto di innamoramento. Ci sembra di leggere un libro di Morelli sulla psicologia spiegata al popolo, quelli per intenderci che escono con Riza. Ebbene dispiace scriverlo ma la Venezi probabilmente non ha ben chiaro che qualsiasi musica, qualsiasi genere (anche la trap genere abbastanza detestato dall'autrice che mal lo definisce) non ha necessità di esser spiegato e quanto meno semplificato. Lei cita le lezioni televisive che teneva in America Leonard Bernstein (edite in italia in una serie di dvd della Repubblica). Il direttore d'orchestra americano e compositore e pianista, non ha mai cercato di rendere la musica classica qualche cosa da spiegare semplificando, anzi, basti solo l'esempio della partitura "umana" di Beethoven, trattava con enorme rispetto quel linguaggio cercando anzi di riempirlo ancora di più di significati e di significanti. Ma Bernstein era americano. La Venezi che è italiana di Lucca invece pensa che bisogna "innnamorarsi" della musica classica, vista come un drago, un mostro da "La bella addormentata nel bosco". In questo variopinto contrappunto intervengono le nobili voci della Gelmini (che esalta l'istituzione dei licei musicali) e della Ruth (che ricorda più volte il maestro della Venezi e suo grande amico, Piero Farulli). Alla resa dei conti, grande colpa della poca fruizione della musica classica la si deve all'istruzione pubblica, al flauto dolce e a quelle professoresse di storia della musica che non sanno  distinguere Wagner da Wagner stesso. Forse non esiste modalità per spiegare la musica, forse la musica va solo ascoltata. Forse. Ma possiamo sbagliare. Nel contempo Capalbio è un posto bello. E questo non è necessario spiegarlo.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 15 Agosto 2019
Rassegna Stampa - Bianca Petrisor - 13 agosto alle ore 23:56 - A Brasilia la marcia di oltre 3.000 donne indigene, rappresentanti di circa 100 popoli, contro lo sterminio dei popoli nativi e la distruzione d...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2019
Ferragosto al Museo Novecento di Firenze Il museo di piazza Santa Maria Novellarimane aperto al pubblico anche il 15 agosto dalle 11 alle 14 Firenze, 14 agosto 2019 comunicato stampa La cultura non va in vacanza, nemmeno il 15 di agosto. Per...
Silvana Grippi . 13 Agosto 2019
Oggi ricordiamo Simone Camilli - Reporter Agenzia Associated Press  (nato nel 1979 è morto il 13.08.2014) vittima di un conflitto ingiusto!   Simone stava documentando la situazione palesinese con la telecamera, quando è stato inves...
DEApress . 13 Agosto 2019
  FOTO D'ARCHIVIO - Gramsci e i primi confinati arrivati ad Ustica nel 1926   La Mostra sul confino politico a Ustica: un’occasione per un utile esercizio sulla Memoria   Già presentata a Ustica nel 2015, riproposta nel 2016 nel...
Silvana Grippi . 12 Agosto 2019
Il silenzio deve essere rotto dalla commozione per l'Ignobile uccisione di gente che non poteva difendersi. Colpevoli: fascisti e nazisti.  Erano 560 anime - uomini, donne di cui bambini, giovani e anziani. Una strage di cui la memoria deve esse...
Silvana Grippi . 12 Agosto 2019
Rebecca West, pseudonimo di Cicely Isabel Fairfield  nata a Londra nel 1892 e morta nel 1983, era di origine scozzese con un misto irlandese. E' stata una scrittrice e giornalista del XX secolo conosciuta soprattutto per i su...
Silvana Grippi . 12 Agosto 2019
      La strada, la lotta, l'amore Letizia Battaglia, Tano D'Amico, Uliano Lucas Tre grandi temi e tre grandi fotografi in mostra a Castelnuovo Magra, dal 13 luglio al 13 ottobre 2019.-Orario di apertura-luglio e agosto:...
DEApress . 12 Agosto 2019
Volete collaborare con DEApress per diventare giornalista, fotografo/reporter o videomaker? Ci occupiamo di cultura e sociale fin dalla fine del novecento. Se avete idee e progetti scrivete a redazione@deapress.com  oppure...
DEApress . 12 Agosto 2019
  L'esercito marocchino invia carri armati e veicoli blindati nel sud del Sahara occidentale per provocare il Fronte Polisario. Notizie Wesatimes L'esercito marocchino reale ha inviato decine di carri armat...

Galleria DEA su YouTube