DEApress

Friday
May 29th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Progetto Panico: il nuovo disco

E-mail Stampa PDF

Progetto Panico

“Universo n.6”

Progetto Panico cover

“Spettacolare” - Official HD

L’indie pop di oggi si veste sempre più di immediatezza e di quotidianità. Anche se in questo nuovo disco del Progetto Panico si ritrovano quei sentori di un “punk” spirituale che sempre più sta arrivando alle orecchie, forse anche condizionato da un umore di rivalsa che si ha nel DNA della società di oggi. “Universo n.6” sa appunto di qualcosa di tutti i giorni, un suono semplice e curato quanto basta, nessun fuoripista trasgressivo e soprattutto niente futuro di sperimentazioni. Qui siamo nell’oggi, nel qui ed ora. Ed è quella scrittura che ci prende e ci ispira di visioni contadine, come diceva il sommo poeta. La generazione, anzi la vita di oggi, è così che va raccontata. Un disco che pretende soltanto di essere.

Un nuovo disco. Cosa rappresenta per voi questo “Universo n°6”?
Rappresenta una piccola svolta a tutti i livelli. Venivamo da un disco prodotto da Karim qqru e registrato da Versari (Cattivi tutti quanti), un lavoro certosino che aveva in sé suoni vecchi e nuovi e indicava due vie: tornare alle radici punk o andare verso un'idea nuova, smussata, levigata e dove fosse presente materiale mai toccato nei lavori precedenti. Abbiamo scelto la via più "tortuosa". Così abbiam pensato di fare punto e accapo, affidando la produzione artistica ad Alessandro Fiori. Una scelta mirata per un lavoro meno punk ma più stratificato.

E in particolare, parlando del titolo, che significato ha? Quanti universi avete catalogato?
Eheh. Era il titolo di una canzone dell'album. Dando una numerazione all'universo ci sembrava di rendere l'immensità familiare. E' un disco sulla solitudine e, come è noto, dare un nome a quello che non conosciamo o conosciamo in parte, aiuta a non essere sgomenti.

Alessandro Fiori alla produzione. Arrivano i violini e sono una qualche novità soprattutto per il genere che proponete. Lo sono anche per voi se non sbaglio, vero? Da dove nasce questa idea?
Io (Enrico) ammiro anzi, dico di più, sono fan di Alessandro dai suoi esordi. Mi piace tutta la sua produzione. Ho pensato subito a lui dopo i provini e così, come si faceva dal vecchio Red, gli ho spedito il materiale in attesa di qualcosa. Poco dopo mi ha risposto che per lui sarebbe stato bello metterci le mani e il cervello. Così è stato. Ne è uscita fuori un'esperienza di vita e d'amore. Una persona straordinaria con il quale abbiamo legato naturalmente.

Chiudiamo con il video di “Spettacolare”: perché è così difficile parlar d’amore?
Perché l'amore è complesso. Scrivere d'amore ancor di più. Si rischia di non descriverlo se non in maniera banale. Ancora più difficile parlare d'amore senza tormenti, senza ansie. Ho giocato un po' con l'ironia e provato ad alleggerire il senso di una materia così densa. Era la prima volta (e forse anche l'ultima).

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 21 Gennaio 2019 20:03 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Marco Ranaldi . 28 Maggio 2020
La ricerca di un tempo e di un senso, il canto come sospensione interiore e di forza esteriore. Giulia Daici non sfugge a questi importanti legami del suo vivere. Il suo cantare viene da lontano, la sua voce trasmette qualche cosa che  ha a che fare ...
DEApress . 28 Maggio 2020
Sono trascorsi 40 anni dalla morte del giornalista Walter Tobagi. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto ricordarlo così:  “ Era un giornalista libero che indagava la realtà oltre gli stereotipi e pr...
Silvana Grippi . 28 Maggio 2020
Circa una settantina di visitatori, oggi, per la prima mattinata di riapertura di Palazzo Pitti, a Firenze. L'ex reggia medicea, che accoglie, tra i vari musei, la galleria Palatina con i dipinti rinascimentali e barocchi, e la Galleria d'arte modern...
DEApress . 28 Maggio 2020
È possibile raccontare la bellezza senza tempo di un territorio in appena un minuto e mezzo? Arezzo ci riesce affidandosi a Robert Whitworth, filmaker britannico tra i più apprezzati al mondo. Si chiama “An ode to Arezzo” il video che la Fondazione ...
DEApress . 28 Maggio 2020
Tutti mi chiamano principessa. Sono venuta in Italia per studiare nel 1993 e sono andata per otto mesi a Milano - Ho frequentato l'Università per stranieri a Perugia e conseguito il Certificato di Conoscenza dlela lingua italiana livello B2 Celi 3. P...
Alice Bunner . 28 Maggio 2020
Il giardino di Villa Bardini riapre ai visitatori a partire da martedì 2 giugno   Il giardino di Villa Bardini riapre ai visitatori a partire da martedì 2 giugno Orario prolungato fino alle 21, fino alla fine di agosto. Grazie anch...
Alice Bunner . 28 Maggio 2020
Riceviamo e pubblichiamo Professionisti, giornalisti, politici e cittadini attivi si confrontano su quale Firenze immaginare e costruire dopo la pandemia di COVID-19, ospitati dalla redazione di Cultura Comm...
Silvana Grippi . 27 Maggio 2020
DEA e DEApress  iniziano la produzione di piccoli video geografici: ASPETTI URBANI IN TUNISIA - Architettura in musica - (2 min.) Riprese Silvana Grippi Montaggio Beatrice Ganzedda - Maggio 2020- https://www.youtube.com/watch?v=IykGHitrf...
Silvana Grippi . 27 Maggio 2020
La Tunisia è una nazione nordafricana, ricca di arte e archeologia. Confina con il Mar Mediterraneo, la Libia e l'Algeria e ed è uno dei paesi attraversati dal deserto del Sahara. La capitale è Tunisi che rappresenta la cultura moderna come si può ...

Galleria DEA su YouTube