DEApress

Sunday
Dec 15th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ANCE: il nuovo VIDEO

E-mail Stampa PDF

ANCE
“Anche se”

ance copertina DEF

“Anche se” - OFFICIAL HD

Nuovo singolo per il cantautore toscano Andrea Lovito, in arte ANCE, che con la RadiciMusic pubblica questo nuovo brano fresco con la produzione artistica di Gianfilippo Boni, goliardico, decisamente ricco di spunti per una riflessione che vuole spurare benzina sul vivere quotidiano… il nostro comun vivere fatto di troppe omologazioni e istruzioni industriali divenute abitudinarie. Va tutto bene anche se… sono diverse le chiavi di lettura che ci lascia a portata di mano ANCE, con quel suo modo di fare eclettico e colorato, dalle dinamiche pungenti e dal piglio sbarazzino. Molto bello anche il video che corona questo brano, clip scritta dallo stesso Lovito ma realizzata da Massimo “Impavido” Pistolesi con gli effetti speciali curati da Diego “Dada” Pecori. Rubiamo due chiacchiere con ANCE che con questa nuova prova d’autore frizzante ci da un assaggio di quel che sarà, crediamo noi, il nuovo disco di inediti.

La scena toscana è ricca di cantautori. Secondo te potremmo chiamarla proprio “scena toscana” della canzone d’autore italiana?
Certamente e si può a sua volta suddividere in decine di sottogeneri. La scena fiorentina per esempio è viva e variegata e potrei fare mille nomi: Letizia Fuochi, Silvia Conti, Marco Cantini, il Fano, Marcello Parrilli, Train de vie, Sandro.band, Max Larocca, Sara Rados, Hugolini, Francesco Garito, Tommaso Talarico e chissà chi altro dimentico. In quella Toscana ci sono diverse generazioni, da quelli “consacrati”: da Bobo Rondelli e Ginevra di Marco, a quelli della mia generazione, come i Gatti Mezzi o Appino. O ancora quelli della generazione dopo la mia, come Motta o gli Street Clerks. Ognuno a raccontare la propria epoca.

Esiste anche un certo marchio di stile che vi contraddistingue?
Dipende chi pone la domanda, se è un gestore di locali è meglio dire "folk-rock" piuttosto che “cantautore”, altrimenti ci addossiamo subito lo stereotipo di noiosi e anacronistici….

Come cantautore, come artista: come ti relazioni al mondo discografico ormai quasi totalmente devoto all’estetica digitale? Con i tuoi colleghi esiste una certa “camerata” di controcultura?
Con i colleghi ci riconosciamo e ci diamo manforte a vicenda, ognuno cerca il proprio posto nel mondo artistico, “anche se” sempre in sordina e con la sua nicchia di pubblico conquistato a fatica. Faccio parte della famiglia di Radicimusic di Aldo Coppola Neri, che in qualche modo tenta di creare relazioni e collaborazioni fra i propri artisti.

Veniamo a questo singolo di lancio: ispirazioni e radici musicali?
L’ispirazione viene da un programma di Francesco Paolantoni andato in onda anni fa su rai3, si chiamava appunto “Anche se”. é stato il pretesto per raccontare le contraddizioni dell’uomo, la sua continua messa in discussione ed il ribaltamento dei luoghi comuni. La musica è venuta abbastanza da sé. Lo spunto iniziale era un funk-rock alla James Brown o Red Hot Chili Peppers; tutto ha preso poi un sapore pop/nostrano, anche per le influenze dei musicisti professionisti che l’hanno interpretata.

In genere ai cantautori si attribuisce un “genere” di musica. Tu come la vedi? Io sento molto pop italiano tra le tue righe musicali…
Amo definirmi "cantautore trasversale”, perché partendo dall’intuizione di testo e musica, mi piace poi spaziare tra i generi per cercare il vestito più adatto alla canzone.

La società che ormai è basata sul mercato dei centri commerciali, sul consumismo becero e impersonale. La tua ricetta? Cambieranno le cose secondo te?
Non sono molto ottimista di natura, dopo essere più volte “caduto" davanti alle illusioni. Tuttavia continuo ad incontrare eccellenti artisti che vanno avanti senza farsi incastrare da certe logiche. Per quanto mi riguarda non posso far altro che esprimere i miei pensieri attraverso le canzoni e promuoverle coi pochi mezzi che ho a disposizione.

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 20 Giugno 2019 12:35 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 14 Dicembre 2019
 - Agenzia di stampa DEAonlus -  Informazione -  Formazione - Comunicazione sociale DEApress è una redazione socialmente utile  Crea iniziative, opportunità di dialogo e scambi  Presenta nuovi autori...
Antonella Burberi . 13 Dicembre 2019
Comunicato Stampa Feste di Natale al museo. Per i 150 anni del Museo di San Marco proseguono anche per le festività natalizie le visite guidate gratuite. 14, 21 e 22 dicembre 2019, 4 e 6 gennaio 2020 Le iniziative per l’anniversario dei 150 ann...
Silvana Grippi . 12 Dicembre 2019
 
Antonella Burberi . 11 Dicembre 2019
 AGLI UFFIZI I CIELI DEL RINASCIMENTO, PER LA PRIMA VOLTA, PROTAGONISTI DI UNA MOSTRA I disegni per soffitti di Michelangelo, i Sangallo e Vasari raccontanola genesi e l’ornamento di importanti edifici e chiese. Esposto, per la prima volta al pubbl...
Silvana Grippi . 11 Dicembre 2019
DEApress . 10 Dicembre 2019
L'8 Novembre è arrivato a Firenze il flashmob di "Un Violador en tu Camnino" ideato dal collettivo Lasteris. La manifestazione organizzata da Non una di meno si è svolta attraversando quattro piazze cittadine: piazza Santissima Annunziata, Duomo...
Silvana Grippi . 10 Dicembre 2019
Per Natale e Anno Nuovo regala un calendaio personalalizzato   Porta le foto che vuoi regalare opppure vieni a farle c/o Studio DEApress   Alla riscoperta della testimonianza. Originalita e Talento per il 2020   Ti aspetti...
Fabrizio Cucchi . 10 Dicembre 2019
Cerchiamo persone interessate al giornalismo VOLONTARI per  ARTICOLI E VARIE RUBRICHE SCRIVETE A  REDAZIONE@DEAPRESS.COM 
Fabrizio Cucchi . 09 Dicembre 2019
Lo scandalo delle "fake news" ha svelato la credulità "delle masse", purtroppo dobbiamo ricordare che esse non sono nate con l'avvento di internet. Neppure l'arte della truffa è nata su internet, ma con internet le truffe hanno raggiunto dimensioni p...

Galleria DEA su YouTube