DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Pari Opportunità: uno sguardo al Regno Unito

E-mail Stampa PDF

alt

 

Esplorando il panorama europeo sl tema delle "Pari Opportunità",  ho trovato interessante documentare il caso del Regno Unito, un paese atipico per quanto riguarda il suo sistema governativo e legislativo, che però ha aderito alle direttive europee in merito alle politiche di genere ed è riuscito a costruire un impianto normativo forte e ben strutturato per la tutela dell’ uguaglianza e diritti sociali.

Innanzitutto, è bene chiarire che, nonostante il Regno Unito non adotti legislazioni scritte, ha promulgato atti a tutela contro le disuguaglianze, questi atti sono l’Equal Pay Act del 1970 e il Sex Discrimination Act del 1975. Nel 2010 è stato poi emanato l’Equality Act, che mira a innovare e integrare le normative precedenti, con lo scopo di eliminare ogni tipo di discriminazione e disuguaglianza sociale.

Nell’attuale governo Cameron, l’ambito delle "pari opportunità" è curato da una commissione apposita detta Equality and Human Rights Commission che si occupa di servizi al cittadino e dell’attuazione delle politiche,  la quale fa capo al dipartimento ministeriale per la Cultura, i Media e lo Sport.

Per saperne di più, ho deciso di documentarmi tramite internet, essendo il metodo più pratico e accessibile a chiunque desideri  conoscere o andare oltre e informarsi approfonditamente. Muovendo i primi passi nel sito della Commissione apposita, si nota immediatamente la chiarezza e la semplicità nell’esposizione dei contenuti: per ogni categoria vengono enunciati i diritti che tutelano l’età, il genere, la razza, il credo religioso, la disabilità e l’orientamento sessuale.

Proseguendo poi con sezioni apposite, vengo a conoscenza sulle possibilità di fare reclamo e eventualmente denuncia, nel caso in cui si sia subito discriminazione di qualche genere. Il sito contiene una linea telefonica di aiuto da contattare per informazioni e chiarimenti, collegata ad un organo di controllo detto Equality Advisory Support Service. Su questa linea vengono spiegate le procedure nel caso si volesse rivolgersi a sindacati o associazioni di lavoratori.

Il Citizen Advice Bureau, un ufficio di reppresentanza del governo, offe un aiuto nel presentare il proprio esposto sul posto di lavoro e di rappresentanza nel caso di denuncia alle autorità.  Centri legali e associazioni locali aiutano a orientarsi e a conoscere i propri diritti.

Infine, a completare il tutto, l’ Advisory Conciliation and Arbitration Service (ACAS) sostiene il cittadino sul posto di lavoro, per aiutare a  risolvere controversie legate a vari tipi di discriminazione.

Un ampio sistema di consultazioni, interpellanze e inchieste da parte del governo e di associazioni private permette un valido controllo sull’operato della commissione, integrato da un forte potere legale, rispecchiato da team di avvocati esperti nel settore, disponibili a occuparsi direttamente del caso della persona.

L’impressione che ho avuto è stata quella di un’organizzazione efficiente e vicina alle persone, una impianto moderno, che in Italia a mio avviso, non è ancora lontanamente immaginabile.

Il mio entusiasmo per questo efficiente sistema si è però affievolito quando ho aperto il sito del parlamento inglese e appreso le effettive percentuali di donne presenti: nell’House of Lords sono il 16 percento e nell’House of Commons il 19.

Comunque, nonostange tutto ciò, tra i Ministri del governo Cameron (nel 2014), le donne sono appena 3.

Nora Mulè

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 05 Settembre 2014 09:35 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario. Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci dell’alb...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/
DEApress . 18 Novembre 2020
Riesplode in conflitto tra il Polisario e il Marocco. La situazione dopo l'interuzione del "cessate il fuoco" è in continua evoluzione. La redazione attende notizie!

Galleria DEA su YouTube