DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Contro il femminicidio a Torano (Carrara)

E-mail Stampa PDF

 RINNOVATA  BATTAGLIA CONTRO VIOLENZA, NEL BORGO  DI TORANO - 10MILA PAPAVERI ROSSI, BIANCHERIA INTIMA E RITRATTI FERITI
Dal 2013 il borgo degli artisti ha sempre messo al centro il tema della violenza di genere. Le opere-denuncia in mostra.
Torano Notte e Giorno rinnova il suo “disprezzo” contro la violenza sulle donne. Nel piccolo borgo degli artisti sopra Carrara l’arte continua ad essere il linguaggio anti-femminicidio più efficace e penetrante. Dopo l’installazione choc di Emma Castà che nel 2013 aveva disseminato le scalinate della Chiesa con centinaia di scarpette rosse sono tante le tante altre opere che in questi anni hanno sempre di più caratterizzato la rassegna d’arte contemporanea diventata il simbolo della battaglia contro ogni forma di violenza di genere. Un messaggio che gli artisti dal ventre del paese rilanciano anche in questa diciottesima edizione, all’indomani della tragica vicenda di Vania Vannucchi, aggredita a Lucca, cosparsa di benzina e data alle fiamme, con una serie di opere ed installazioni di denuncia.
Le opere che parlano di femminicidio sono i 10mila papaveri del Comitato Pro Torano che collegano, come un filo rosso, il percorso espositivo della rassegna. Il papavero è da sempre il fiore associato alle battaglie dei diritti delle donne e al femminicidio. Ed ancora la biancheria intima di Patricia Glauser appesa ad un sottile filo bianco e fermate da mollette di colore rosso, il filo della vita spezzata da chi non sa amare in maniera sana ed i ritratti crudi di Mina Bahiraee che raffigura volti e particolari di donne che hanno subito maltrattamenti. “Torano, dal 2013, ha iniziato un percorso di sensibilizzazione e di denuncia contro la violenza di genere. – spiega Emma Castè, Direttore Artistico – E’ nato tutto in maniera molto spontanea. Invito i visitatori della rassegna a portare un oggetto, un indumento o qualsiasi altra cosa di colore rosse e a lasciarlo sulle scale della chiesa. Insieme dobbiamo dire basta”. La mostra è visitabile fino al 13 agosto con ingresso libero.
Fonte: www.toranonottegiorno.it


https://www.facebook.com/ToranoNotteEGiorno?fref=ts

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 08 Agosto 2016 17:06 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 22 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/

Galleria DEA su YouTube