DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

10 anni di vita rubati

E-mail Stampa PDF

Laura 3

Laura 

Due momenti della grande festa in cui Laura ha radunato vicino a se le persone più care e significative del suo percorso di vita.
La vediamo sopra con il marito Juri tra i regali ricevuti tra glia altri il contenitore usato per trasportare il midollo osseo per il suo trapianto e sotto con il marito Juri ed il figlio Alberto di fronte alla grande torta con la bandiera canadese a simboleggiare il paese che gli ha ridato la vita collegata a quella italiana.

Laura, una giovane donna della provincia di Pistoia, che grazie ad un trapianto avvenuto dieci anni fa, ha sconfitto la malattia e vive felice. Qualche giorno fa ha riunito parenti ed amici più cari in un locale per festeggiare questo evento.

Tutto inizia circa 13 anni fa, quando a Lura viene diagnosticato un linfoma non Hodgink, una forma piuttosto aggressiva di tumore del sangue. La storia comincia così con le terapie, pesanti dure che la feriscono nell’anima e nel corpo, poi un autotrapianto. Sembrava finita, invece dopo qualche mese la malattia ricompare, e Laura cade nello sconforto, uno sconforto breve, perché Laura è una donna forte, e subito si fa forte e combatte con la tenacia e la rabbia di una guerriera contro il male a cui non vuole darla certamente vinta! Lo fa per se, per Juri il marito ma soprattutto per Alberto il loro piccolo bimbo di pochi anni, vuole vederlo crescere, vuole accompagnarlo a scuola, vuole vederlo fidanzarsi… vuole diventare nonna! Racconta commossa di quando lo abbracciò, mandandolo a dormire dalla zia Cristina, perché al mattino dopo sarebbe iniziato il suo lungo percorso ospedaliero! Dopo le pesanti chemioterapie serviva un trapianto, ma questa non un autotrapianto, ma un trapianto da una persona diversa, da un “gemello genetico”! Verificata la mancanza di compatibilità tra i familiari, i medici che la curavano attivarono subito una ricerca attraverso la banca dati mondiale dei donatori volontari per cercare un donatore compatibile. Dopo qualche settimana la buona notizia! Un donatore compatibile e disponibile era stato individuato in Canada!

Gioia indescrivibile! E fu così che furono messe in atto tutte le procedure per portare il donatore alla donazione e Laura al trapianto. E fu così che la mattina del 12 gennaio del 2007, anche grazie al Nucleo Operativo di Protezione Civile, la speciale organizzazione italiana che si occupa in tutto il mondo, di questi speciali trasporti di DONI DELLA VITA il prezioso dono arrivò a Laura, o meglio nelle mani dei medici che l’avevano in cura e che subito diedero luogo al trapianto.

Sono passati 10 bellissimi anno da quel momento, Laura si è reinpossessata della propria vita, ha accompagnato a scuola Alberto che adesso è adolescente ed a scuola preferisce andarci da solo, ma non solo questo Laura si è impegnata e si impegna tutt’ora moltissimo, quale attivista infaticabile di ADMO ed AVIS due delle associazioni per la sensibilizzazione alla cultura della donazione, ad andare in ogni parte d’Italia per raccontare la sua storia, affinchè la sua testimonianza sia di stimolo a tante persone per dare la loro disponibilità a donare, perché come dice lei, “ogni ammalato ha diritto di vivere una vita felice come quella che io stò vivendo” ed aggiunge “questa è la mia mission, me lo sono promessa quando attendevo il dono della VITA che che se avessi superato il trapianto mi sarei impegnata totalmente perché tutti gli ammalati potessero avere la mia stessa sorte di poter trovare un donatore!”

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 16 Gennaio 2017 19:35 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 22 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/

Galleria DEA su YouTube