DEApress

Monday
Dec 05th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Leonardo: caccia al dipinto perduto

E-mail Stampa PDF

Il Comune di Firenze e la National Geographic Society hanno firmato un accordo della durata di 5 anni che darà vita ad una collaborazione allo scopo di finanziare ma anche promuovere  e far conoscere le ricerche sulla  Battaglia di Anghiari, il   famoso ‘perduto affresco’ di Leonardo da Vinci che si pensa sia celato dietro gli affreschi del Vasari nella parete est del Salone dei Cinquecento in   Palazzo Vecchio.

Leonardo iniziò l’opera nel 1505 e decise di utilizzare una tecnica diversa rispetto a quella tradizionale, la cosidetta tecnica dell’encausto, già descritta da Plinio il Vacchio, utilizzata nell’antichità per dare maggiore risalto ai colori. Questo tipo di tecnica richiedeva l’esposizione dell’affresco ad una grande fonte di calore per far immediatamente asciugare i colori, ma su un’opera di grandi dimensioni come la Battaglia di Anghiari tale procedimento risultò molto difficoltoso. Venero accesi ai piedi dell’affresco enormi bracieri ma il calore prodotto fu sufficiente solo per fissare i colori della parte inferiore del dipinto , la parte alta si sciolse.

Malgrado i danni alla parte alta, l’opera, vicina al suo completamento in quanto Leonardo vi aveva lavorato per più di un anno assieme a 6 assistenti, rimase esposta nelle sale del palazzo Vecchio.

Molti ebbero la fortuna di vederla e di copiarla, tra i più importanti il pittore Rubens che ne fece una fedele copia grazie alla quale oggi possiamo avere un idea della magnificenza dell’opera di Leonardo, opera che assieme alla Battaglia di Cascina di Michelangelo, purtroppo mai realizzata avrebbe rappresentato, secondo il Cellini, la ‘Scuola del Mondo’ per le nuove generazioni di artisti.

Ritrovare le tracce di questo dipinto perduto o almeno rispondere ai tanti dubbi che circondano la sua ubicazione è il compito del progetto di ricerca avviato nell’ottobre 2007 dal Ministro dei Beni Culurali Francesco Rutelli, al quale da oggi il National Geographic Institute entra a fare parte. Una collaborazione di 5 anni che porterà alla realizzazione di un film, in collaborazione con la Rai, il quale verrà trasmesso in 166 paesi del mondo, in 34 lingue, su Mational Geogrphic Channel e altri canali satellitari.

‘Una collaborazione che proseguirà negli anni, che offre a Firenze una ribaltamondiale  e che documenta  il connubio tra patrimonio artistico e nuove tecnologie’ queste le parole del’Assessore alla cultura  Giovanni Gozzini.

L’accordo prevede inoltre la realizzazione di un altro film dedicato all’intera città di Firenze, il cui titolo provvisorio è Firenze Segreta, con il compito di promuover la cultura e le bellezze artistiche della città.

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 14 Marzo 2008 18:19 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEAPRESS . 03 Dicembre 2022
STATUTO D.E.A. Didattica-Espressione-Ambiente   ART.1E' costituita l'Associazione denominata "D.E.A.". ART.2L'associazione ha sede in Firenze, Via Alfani 16/r ART.3L'associazione ha durata illimitata, lo scioglimento, in caso di impossibili...
DEAPRESS . 03 Dicembre 2022
Oggi il Rapporto annuale del Censis dipinge il quadro di un'Italia sempre più malinconica e impaurita, schiacciata sotto il peso delle "quattro crisi sovrapposte dell'ultimo triennio: la pandemia perdurante, la guerra cruenta alle porte dell'Europa, ...
Ni Weijun . 02 Dicembre 2022
Sciopero generale: manifestazione a Firenze. Fotoreportage. I volti di alcun* manifestanti sono stati oscurati per rispetto alla privacy.                              ...
Silvana Grippi . 02 Dicembre 2022
30 novembre – 3 dicembre | Teatro della Pergola – Saloncino ‘Paolo Poli’ (mercoledì, venerdì, sabato, ore 21; giovedì, ore 19) Prima Assoluta LA COLONIA di Marivaux traduzione Beppe Navello scene e costumi Luigi Perego musiche&n...
Silvana Grippi . 02 Dicembre 2022
Galleria DEA onlus in Via Alfani 16/r Firenze  Mercatino di Solidarietà per finanziare Edizioni DEA   4 dicembre 2022 - 4  gennaio 2023 Info: redazione@deapress.com
DEAPRESS . 01 Dicembre 2022
Si è aperta la campagna di tesseramento di D.E.A. e DEApress 2023. L'iscrizione al gruppo da diritto ai servizi offerti con un contributo di 20 euro e permette di scrivere articoli su DEApress, con possibilità di accredito e di lavoro di stampa pr...
simone fierucci . 30 Novembre 2022
Proteste in Cina Paolo Beffa per la Redazione di Contropiano L’incendio di Urumqi Il 24 Novembre è scoppiato un incendio in un condominio di Urumqi, la capitale della provincia dello Xinjiang. 10 persone sono morte nell’incendio. Rapi...
Fabrizio Cucchi . 30 Novembre 2022
L'Agenzia DEApress, su decisione dell' Assemblea della Redazione DEA e DEApress, sostituisce il Capo Redattore dott. Samuele Petrocchi con la dott.ssa Silvana Grippi. "Accetto questa carica in attesa di un nuovo caporedattore che sappia guidarci" -...
Silvana Grippi . 29 Novembre 2022
I tatuaggi vanno di moda ma spesso reinterpretano quelli del passato. Come i geroglifici molte interpretazioni sono da ricercarsi come archeologia del passato. Eccovi una credenza utile tradotta da un antropologo di cui non ricordo il nome: Le parol...

Galleria DEA su YouTube