DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Torino:installazione shock sulla violenza alle donne

E-mail Stampa PDF

Nude in una cabina di vetro: installazione shock sulla violenza alle donne

Un monolite nero, che si illumina non appena si è vicini per mostrare una donna nuda e prigioniera nello stesso tempo. L'installazione dell'artista e designer torinese Raoul Gilioli si chiama "Pu-pì-lla (through the looking glass)", è un'opera pensata per denunciare gli abusi e le violenze sulle donne e sarà in tutta Torino ad agosto.

Il tema è l'imprigionamento, il rapporto tra protezione e segregazione, origine prima della violenza sulle donne. Il mezzo è un'installazione in cristallo nero a forma rettangolare con all'interno una giovane nuda. Il pubblico si avvicina e se lo desidera sfiora il cristallo e accende la luce, rendendolo trasparente. Il monolite farà il giro di Torino nel mese di agosto: prima via Po e piazza Vittorio, la Mole Antonelliana, poi piazza Carignano e Porta Palazzo.

L’artista ha descritto la sua opera come un’occasione per mettere l’arte al servizio del sociale e imporre al pubblico una scelta: toccare "il sarcofago" e riflettere sul problema, oppure allontanarsi e ignorarlo.

Il concetto principale dell’opera è una donna nuda, priva di difese. Ma imprigionata. E le pareti del cristallo possono rappresentare una protezione dal mondo esterno, una sorta di “campana di vetro”all’interno della quale la donna è spesso costretta a rifugiarsi, forzata così ad un sorta di immobilità nella sua condizione femminile; ma anche le mura di casa, un luogo apparentemente sicuro dove in realtà si consumano la maggior parte delle violenze; oppure i veli fisici e le prigioni mentali che diverse culture e religioni impongono al mondo femminile.

Limiti che sono presenti tutt’intorno a noi, ma troppo spesso ignorati.

Nora Mulè.

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 30 Settembre 2014 12:39 )  

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

Silvana Grippi . 22 Novembre 2020
E’ ripresa la guerra nel Sahara Occidentale: si fronteggiano il  Fronte Polisario (movimento politico e militare del popolo saharawi) e il regno del Marocco. C'è in ballo un referendum spostato in continuazione e una delusione continua di spera...
DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.  
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario.   Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci de...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/

Galleria DEA su YouTube