DEApress

Monday
Nov 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

No secco di Alfano alla trascrizione dei matrimoni gay

E-mail Stampa PDF

Una circolare ai prefetti perché rivolgano "un invito formale al ritiro ed alla cancellazione" delle trascrizioni di nozze gay contratte all'estero, avvertendo che in caso di inerzia si procederà al successivo annullamento d'ufficio degli atti che sono stati illegittimamente adottati.

L'ha annunciato il ministro dell'interno Angelino Alfano.

“In Italia non è possibile che ci si sposi tra persone dello stesso sesso, quindi se ciò avviene, quei matrimoni non possono essere trascritti nei registri dello stato civile italiano, per il semplice motivo che non è consentito dalla legge".

Le parole di Alfano non lasciano spazio a fraintendimenti: la recente svolta avvenuta in questi mesi con la trascrizione da parte dei sindaci di alcuni comuni italiani di nozze gay avvenute all’estero, sembra essere stoppata brutalmente all’insegna del “rispetto della legge italiana”, la quale mostra una profonda una lacuna legislativa sulla regolarizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

"Se vogliono annullare gli atti delle trascrizioni dei matrimoni contratti all'estero lo facciano. Io non ritiro la mia firma. Lo facciano dunque ma non nel nome di Bologna, che come sindaco rappresento. Io non obbedisco". Lo ha detto il sindaco di Bologna,Virginio Merola, rispondendo alle parole del ministro dell'Interno, Angelino Alfano.

"Credo che sia un fatto negativo, in contrasto con la Costituzione repubblicana e le libertà civili in essa sancite" dice Luigi de Magistris, sindaco di Napoli da alcuni giorni sospeso dalle funzioni, commentando le azioni annunciate dal ministro.

 Un passo indietro rispetto ai traguardi raggiunti in questi mesi sul tema delle unioni gay. A testimonianza, la triste vicenda delle “sentinelle in piedi” la manifestazione a difesa della famiglia tradizionale, che ha visto coinvolti anche movimenti di estrema destra come Forza Nuova, dal sapore neanche troppo velatamente omofobo.

Alfano si pone come il portavoce di quella fetta di società che si accanisce sui diritti civili dell’altro, presentandosi come fervo sostenitore di una famiglia tradizionale e conservatrice, con una solida morale e valori alla base, la quale ha però deciso di individuare un “diverso”, una minaccia concreta alla propria sicurezza e libertà personale.

Nora Mulè/tirocinante Deapress.

Share

 

Concorsi & Festival

https://zonadiguerra.ch/

Ultime Nove

DEApress . 22 Novembre 2020
IL POTERE DELLA CONTESTAZIONE IN PERU’ Grazie alla forza della protesta il golpe parlamentare sembra essere stato sventato, all’interno di un sistema politico corrotto e di una crisi di rappresentanza che dura da anni. In conseguenza alla mobilitaz...
Ni Weijun . 21 Novembre 2020
Oggi sono andata alla manifestazione alla stazione di S.M Novella. Ho fatto un'intervista a Antonella Bundu e foto.
Fabrizio Cucchi . 21 Novembre 2020
  Questa seconda ondata di infezioni da coronavirus stà mettendo in luce vecchi problemi della società e della sanità italiana (e mondiale) oltre a creare dei nuovi problemi. Per dare una risposta "dal basso" a tutto ciò, quest'oggi, in circa...
Ni Weijun . 20 Novembre 2020
Il teatro cinese - Opera di Pechino Interessante recupero storico del teatro cinese e dell'Opera di Pechino famoso in tutto il mondo. Nell’antica Cina il teatro si avvaleva del canto, la danza e l’arte mimica. Le prime testimonianze di ...
Fabrizio Cucchi . 19 Novembre 2020
Mentre il paese mediorentale stà affrontando, oltre alla pandemia, agli strascichi della guerra civile e alla crisi economica, anche una grave serie di incendi (1) che stanno distruggendo il già scarso e già provato patrimonio forestale dello stato, ...
Silvana Grippi . 19 Novembre 2020
Tensione al confine con la Mauritania tra l’esercito del Marocco e il Fronte del Polisario. Sulla linea di Guerguarat, piccolo insediamento che segna un confine del Maghreb, si sta giocando il futuro del popolo saharawi. Alle prime luci dell’alb...
DEApress . 19 Novembre 2020
Recensione del "Il Manifesto"
DEApress . 19 Novembre 2020
Zona di Guerra propone il seguente articolo https://zonadiguerra.ch/2020/11/19/siria-nuovo-attacco-di-isis/
DEApress . 18 Novembre 2020
Riesplode in conflitto tra il Polisario e il Marocco. La situazione dopo l'interuzione del "cessate il fuoco" è in continua evoluzione. La redazione attende notizie!

Galleria DEA su YouTube