DEApress

Friday
May 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Perfidia Quartet al Fiorino sull'Arno

E-mail Stampa PDF

Perfidia_4tet.jpg

Fiorino sull’Arno

Lungarno Pecori Giraldi - Firenze

accanto al ponte di San Niccolò

GIOVEDÌ 7 GIUGNO 2018

PERFIDIA Quartet

in concerto

Ingresso libero

È tornato per tutta l’estate Il Fiorino sull’Arno (Lungarno Pecori Giraldi - Firenze; info e prenotazioni per il ristorante 333 9119535), locale all’aperto che offre sette giorni su sette buona musica e intrattenimento di qualità, insieme a ottime pizze e altre specialità culinarie, soprattutto mediterranee e un fornitissimo bar. I concerti iniziano alle 21.30 e sono ad ingresso libero.

Giovedì 7 giugno alle 21.30 musica cubana con Perfidia Quartet. Francesco Birardi: voce e chitarra, Luca Imperatore: chitarra; Serena Moroni: violino; Paolo Casu e Federico Conti, percussioni. Ospite d'onore, Pepita (Valeria Di Clemente) al baile flamenco en salsa cubana.

Un gruppo ormai storico, in città, che prende il nome da un famoso bolero degli anni Trenta. Caratteristico dei Perfidia è l’intreccio melodico delle voci e delle chitarre teso a ricreare l’atmosfera intensa del bolero, del son e della musica cubana tradizionale della “vieja trova”, sulla scia di Compay Segundo e del Buenavista Social Club. Francesco Birardi, l’ormai ben noto “medico musicista” leader della band, collabora di volta in volta con musicisti di grande talento come Paolo Casu, Rubén Chaviano, Daniel Chazarreta, Luca Imperatore, Serena Moroni e altri specialisti; il risultato è un caldo insieme di musica cubana e latinoamericana, dove sul gran tronco della tradizione latina fioriscono sonorità diverse, rielaborazioni jazz, invenzioni e improvvisazioni personali, secondo la sensibilità dei musicisti e l’estro del momento.

Aperto anche per buona parte della giornata, oltre che la sera, Il Fiorino sull’Arno è un grande catalizzatore di pubblico giovane (soprattutto) e adulto; fra avventori diurni e serali, ci può passare anche un migliaio di persone, nell’arco della giornata. Non è solo un bar-ristorante con sottofondo musicale, ma un palco su cui si sono avvicendati nelle passate stagioni anche nomi di rilievo nel panorama musicale italiano e a volte anche estero, il tutto esclusivamente a ingresso libero.

Anche quest’anno il Fiorino sull’Arno programmazione musicale assortita, sempre diversa; sono previste anche rassegne tematiche: un giorno alla settimana è stato riservato a “Fiorino in jazz”, rassegna curata da Ferdinando Romano che nella prima edizione, l’anno scorso, ha portato sul palco del locale una selezione di jazzisti di rango (con gran successo si è sono esibiti Fabio Morgera, Gianmarco Scaglia e Fabrizio Mocata insieme a Wertico, Stefano Rapicavoli, Dario Cecchini, Cosimo Marchese).

Si cena sempre dalle 20, dalle 19 è imbandito anche un aperitivo. Il tutto in uno spazio molto gradevole, in mezzo ad alberi secolari che proteggono dalla calura estiva.

La domenica è consacrata a un evento che è ormai un must fra i tangueros: la Milonga del Fiorino, sempre affollatissima e arrivata ormai alla quinta stagione. Uno spazio ormai storico, dal tipico sapore “milonghero”: musica in tandas y cortinas, pedana in legno

Si proietteranno a suo tempo su megaschermo le partite dei Mondiali di calcio

GIUGNO

Venerdì 8 giugno 21.30 concerto: arriva Francesco Taskayali, il giovane pianista e compositore italo-turco il cuiquarto disco, «Wayfaring», a una settimana dal lancio è entrato nella 64ª posizione tra i 100 dischi più venduti in Italia e che il 7 Dicembre 2017 ha debuttato con un sold-out all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Ha rappresentato l'Italia in diverse occasioni: nel 2012 esibendosi a Caracas con L'orchestra di El Sistema, il 2 giugno a Berlino per le celebrazioni della Festa Della Repubblica Italiana e nel 2016 a Los Angeles per la Festa della Musica. Il 28 dicembre 2016 è stato ospitato nel concerto di beneficenza di Nino Surguladze a Tbilisi trasmesso in diretta televisiva Georgiana e nella sua carriera da solista si è esibito in più di 15 paesi nel mondo.

Sabato 9 giugno 21.30 concerto - Tête de Bois, band di musica d'autore folk-rock nata a Roma nel 1992. Una band molto speciale, un sestetto composto di voce, tromba, basso, piano, chitarra, batteria. Una storia fatta di strade e svincoli, luoghi impropri, capitali europee, periferie e cinture urbane, di concerti sul camioncino, sulle scale mobili nei sotterranei dei metrò, in fabbriche abbandonate, di interventi estemporanei con le biciclette, sui tram, nelle stazioni ferroviarie, di eventi, festival, club, centri sociali, teatri, progetti e grandi palchi. La musica dei Têtes de Bois, tra rock, folk e poesia, passa e cresce attraverso una lettura del presente sempre attuale e mai scontata, si riempie di parole, suggestioni e rumori catturati nel transito, e sublima in quel suono sospeso tra emozione pura, ironia e straniamento che è la cifra propria della band. I Têtes de Bois sono: Andrea Satta (voce), Carlo Amato (basso, contrabbasso e computer), Angelo Pelini (pianoforte e tastiere), Luca De Carlo (tromba), Lorenzo Gentile (batteria), Stefano Ciuffi (chitarre). http://www.tetesdebois.it

Domenica 10 giugno dalle 20.00 Serata a cura di Tango Florido - La Milonga del Fiorino.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Fabrizio Cucchi . 23 Maggio 2019
Il sito web della BBC (1) riporta la notizia del ricorso della "Wikimedia Foundation" (la fondazione senza scopo di lucro che "è dietro" alla nota enciclopedia collaborativa on-line Wikipedia), presso la Corte Europea dei diritti umani, contro la Tur...
Silvana Grippi . 23 Maggio 2019
Pompei - Questa foto presumibilmente risale agli anni 50. Il Tempio della Fortuna Augusta dedicato ad una DEA, risale al I secolo a.C., presumibilmente compreso tra il 13 a.C., anno del termine delle campagne di conquista di Augusto ...
DEApress . 23 Maggio 2019
Riceviamo e pubblichiamo: OTEME - Osservatorio delle Terre Emerse e Associazione Culturale dello Scompiglio presentano UN SALUTO ALLE NUVOLEVideo ...
DEApress . 23 Maggio 2019
  Sono davvero salve le Gualchiere trecentesche di Firenze in riva d’Arno? Prestigioso monumento industriale medievale, definito dallo storico Fernand Braudel “il maggiore impianto industriale dell’Europa pre-industriale” (ce lo ha...
DEApress . 22 Maggio 2019
La Galleria DEA e la redazione DEApress da circa un anno hanno provato ad aprire un punto di ritrovo e vendita ma purtroppo non riusciamo a coprire le spese perché rifiutamo la pubblicità. Abbiamo bisogno di aiuto oppure il prossimo mese chiudiamo: s...
Silvana Grippi . 22 Maggio 2019
Programma in preparazione verrà fatto a Villa Romana Firenze
DEApress . 22 Maggio 2019
SGRANA & TRABALLA 2019‪23-24-25‬ MAGGIO TRE GIORNI DI MUSICA e CULTURA POPOLARECENTRO POPOLARE AUTOGESTITO FIRENZE SUD VIA VILLAMAGNA 27A www.cpafisud.org TUTTI I GIORNI CIBO, CONCERTI E SOLIDARIETA' ---------------------- GIOVEDI 23 MAGG...
DEApress . 22 Maggio 2019
  Evento internazionaleArnoLab019 Official OPENING22 maggio 17.00Official OPENING Il Progetto RIVA riapre...
DEApress . 21 Maggio 2019
Stragi di capaci e via d’Amelio. 27° anniversario: Palermo Chiama, Lucca risponde, 23 maggio 2019, dalle 9 alle 13 al Palatagliate, via delle Tagliate II, 841 -Lucca- Il 23 maggio 2019 si celebra il 27° anniversario delle stragi di Capaci e di via d...

Galleria DEA su YouTube